Crisi UFC?

Tutto ciò che riguarda l'Ultimate Fighting Championship
Rispondi
ksose
Viola 3°
Viola 3°
Reactions: 20
Messaggi: 1530
Iscritto il: 14/11/2011, 22:56
Disciplina: Nessuna

14/11/2018, 13:47

Visto che leggo in giro su questo forum di MMA e UFC in crisi mi sono permesso di fare una personalissima disamina di come sono messe le varie divisioni da un punto di vista squisitamente sportivo. Per me a parte i pesanti la situazione è tutt'altro che brutta.

Heavy: con DC sul viale del ritiro il presente rimane Miocic, che non è un ragazzino ma è relativamente fresco come fighter nel senso che di grandi battaglie ne ha lottate forse solo una. Blaydes vista l'età per me è destinato ad indossare la cintura mentre purtroppo all'orizzonete si vede poco altro, davvero un delitto non strappare Minakov a Bellator. Mina vagante la voce sul rientro di Cain ma, anche se fosse, trovo difficile possa trovare continuità ora.
Rumble ha "minacciato" di voler fare un giro tra i massimi ma poi ha detto che farebbe solo un match contro Jones o DC quindi direi che non è da tenere in considerazione per il momento.

Lightheavy: su Jones c'è sempre un grosso punto interrogativo ma, se fosse focalizzato sulla sua carriera, oltre al match con Gus mi piacerebbe vederlo contro Reyes. Il devastatore mi sembra davvero l'unico massimo leggero degno di nota, peccato che sia un filo acerbo al momento, avrebbe bisogno di un paio di altri incontri prima della title shot, soprattutto se dovesse andare contro uno come Jones. Blachowicz e Latifi per qualità non meritano forse neanche una top 10 e sono lì per carenza di fighter decenti a mio avviso, Corey Anderson mi sembra l'unico con margini di crescita (oltre ovviamente a Reyes).

Middle: Whittaker vs Gastelum penso sia una delle title fight "più giovane" da molto tempo a questa parte (tolto il main di UFC 231). Dietro di loro Jakarè è sopravvissuto all'incontro di eliminazione con Weidman e insieme a Romero penso che a febbraio tiferà con tutto il cuore per Kelvin in modo tale da poter ottenere un'ultima title shot. Rockhold ha le potenzialità per ritornare uno sfidante all'altezza ma deve tornare integro fisicamente, mentre il sorpamenzionato All American per me ne ha prese un po' troppe per ritornare al top della divisione, anche se le doti fisiche non gli mancano di certo. Adesanya e Costa guidano la schiera di nuove leve interessanti, tra cui ad esempio Antônio Carlos Júnior e secondo me anche Karl Roberson per quanto ancora acerbo. Al primo spiraglio di possibilità spero poi che non si perdano la possibilità di riportare a casa Mousasi.

Welter: beh che dire, forse la categoria più in salute. Il campione si è consacrato e non sembra mostrare difetti, dietro di lui ci sono parecchi fighter con streak di vittorie di lunghezza considerevole (contro avversari più o meno quotati) non solo Covington e Usman, ma anche Edwards, Capoeira e Ponzinibbio hanno più di 5 vittorie di fila. Mica da niente poi l'aggiunta di Askren con la speranza di qualche comparsata di GSP. Peccato poi che uno come Thompson sia stato così sfortunato nei 3 incontri chiave che ha disputato, per me davvero è uno dei migliori fighter a non aver raggiunto una cintura in UFC.

Light: molti punti di domanda ma sempre tanto talento. Khabib vs Ferguson dal punto di vista sportivo forse sarebbe il miglior incontro di sempre per le MMA dai tempi di Fedor vs Cro Cop. Poirier rimane in streak positiva di un certo livello e Kevin Lee ha le potenzialità per rappresentare il futuro della divisione. Oltre a giovani che stanno risalendo bene il ranking come Gillespie, Hernandez e Hooker, abbiamo una serie di fighter in grado di regalare fight of the night ogni volta che salgono sull'ottagono: immaginate pronosticare quale sarà il match piuù spettacolare in una card con Cerrone vs McGregor, Gaethje vs Barbosa e Pettis vs Diaz.

Feather: ecco il secondo title match main event giovanissimo, con i due protagonisti ben lontani dai 30 anni. Subito dietro l'eterno Edgar e due fighter in streak che sembrano molto promettenti come Volkanovski e soprattutto Magomesharipov. In fila ci sono poi i terribili veterani, gente del calibro di Mendes, Aldo, Swanson, Elkins, Lamas e Stephens, che magari non hanno più ambizioni titolate (chi più chi meno) ma che da incontrare non sono certo un piacere. Infine tanti altri relativamente giovani fighter che hanno un recente più o meno brutto stop ma che sono pronti a riscattarsi (Moicano, Bektic, Rodriguez, Kattar, Kennedy).

Bantam: TJ ormai è un campione maturo e solido al comando ma, oltre alla sfida per la seconda cintura (in cui per me parte favoritissimo), ci sono almeno due grossi sfidanti all'orizzonte: il primo è Moraes che dopo un avvio stentato ha impilato due ko da title shot e il secondo è l'unico fighter che l'ha recentemente sconfitto. Dietro c'è Assuncao, che vanta un 1-1 con il campione (sebbene la sconfitta sia stata molto più netta della vittoria) e altra gente che pur venendo da più o meno recente stop ha i mezzi per rimettersi tranquillamente in carreggiata: Rivera primo di tutti ma anche Garbrandt ha il talento per poter ritornare uno sfidante alla cintura (certo che se TJ si conferma dovrà avere pazienza). Magari non per i vertici, visto che DJ non c’è più, ma sicuramente l’innesto di qualche ex mosca non potrà non fare bene ad una categoria in cui di giovani prospetti non ce ne sono poi molti.
0

zanzacris
Bianca
Bianca
Reactions: 0
Messaggi: 36
Iscritto il: 08/06/2016, 21:49
Disciplina: Boxe
Località: Cervignano del Friuli

14/11/2018, 13:54

Confermo in toto l'analisi.... Heavy e lightheavy a parte il resto è da leccarsi baffi
0

Thh33
Bianca
Bianca
Reactions: 3
Messaggi: 39
Iscritto il: 23/10/2017, 21:31
Disciplina: Mma

21/11/2018, 2:33

Per me hanno troppi eventi e troppa gente a contratto con poco seguito...
0

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti